Biliardo

Premetto che non sono una buona giocatrice ma lo trovo un gioco affascinante.

Se vai nei posti giusti ti fondi con un’atmosfera perfetta.

Adoro il mischiarsi del fumo alle luci soffuse, il panno verde, il lento collidere delle biglie…

Osservo gli altri giocatori studiare una strategia, assumono un’aria professionale vestita di nero che ha il sapore del bluff.

Indovinare la traiettoria delle bocce nella loro danza insensata è sempre una sfida.

La vita è uguale.

Li guardo concentrati a calcolare i giochi di sponde e i probabili rimbalzi. A volte riescono nell’intento e fanno un sacco di punti, altrettante bevono con avidità disdicevole.

Che perdere in sé ha un gusto troppo amaro, si digerisce poco.

V.

biliardo